i giardini di maggio

11 CateeViolae la sete, la voglia di acqua e una sosta all’ombra.
Con il braccialetto del Mali che mi regalò una mamma spettinata prima ancora che osassi sperare di diventare mamma di pancia anch’io. E ci stavo male, non mi rassegnavo. Avevo ragione a non volermi rassegnare, ma non avrei dovuto starci male. L’attesa è stata premiata. Fiore tardivo per gli anni, precoce per i mesi dell’attesa detta dolce… la mia Viola di febbraio è un po’ come questa primavera che sembra già estate, sbocciata tutta insieme quando non ci si aspettava più.

11 CateeViola2

Il braccialetto “del Mali che leva tutti i mali” è stato al mio polso sinistro anche durante il travaglio e il parto…

8.2.2013 con Viola neonata al seno

e ora acchiappala quella briciola che non sta più tra le nuvole, ma corre nel sole abbracciando un pallone!

11 Viola e palla

Mi avessero detto che avrei spinto sull’altalena una piccola diva con gli occhiali da sole…

11 Viola in altalenaquando cantavo che vivevo per la Viola e intendevo solo la Fiorentina!
Oggi facebook mi ha tirato fuori una foto di cinque anni fa, in Curva Fiesole con la sciarpa della rinascita viola usata a mo’ di bandana nel sole abbagliante… non ero ancora mamma, non ero ancora neanche zia…

11 maggio 2010Oggi i capelli sono più corti, le occhiaie non più da notti brave, lo stadio sembra un sogno lontano (ma ci torneremo con Viola), il cuore non smette di battere troppo …
Oggi, soprattutto, c’è Viola.

11 Viola accanto allo scivolo lato scale

Mentre si tornava a casa, passando davanti alla Marabuk, visto che per domani è tutto pronto.
Maggio caldo, pieno di luce

11 Marabuk vetrina

 

quindici mesi

Oggi quindici mesi di te, piccola Viola che cresci a vista d’occhio… grazie di esistere, principessa curiosa, tempesta di emozioni, vita nuova tutta da scoprire.

a cavalloPer il mio compleanno, il 22 aprile, libri nuovi

libro in regalo dal babbo 22 aprile libri per me

e una serata senza te…

22 porta san frediano

giratina fiorentina e sashimi con lo sposo (prima cena fuori soli dalla tua nascita),

22 sashimiperò il regalo più bello sei sempre e solo tu,

5 maggio Viola altalena

golosa di tutto,  

27 Viola vorace

birichina, dolce, buffissima…

25 aprile per terra con Viola e Ale

regina scalza

25 Aprile ViolAle in altalena

camminavi sicura con i calzini mentre il tuo amico con le scarpe voleva gattonare

25 Aprile CateViolaAle2

e poi con le scarpe, finalmente  …

4 scarpe 4 evvai 4 maggio altalena e scarpe

e il gelato4 maggio Viola imbocca mamma col gelato

… che volevi far mangiare a me

4 maggio gelato a mamma

Auguri, amore mio, incredibile Viola generosa, terribile e, a volte, pensosa

28 Viola

 

un anno

6 LunaRare tregue di pioggia e ogni tanto si è vista anche la Luna…

pioggia

Piove anche stasera, in questo strano inverno che sembra autunno, piove e sento qualche brivido, ma non è il freddo che ricordo… è il ricordo del febbraio scorso a farmi tremare un po’ e piangere da giorni. Lacrime di stanchezza, spesso, lacrime amare a volte, di rabbia e paura, lacrime liberatorie, finalmente, tensioni che si sciolgono, emozioni ingarbugliate e …faceva freddo nei tuoi primi giorni di vita, piccola Viola mia.
Piove e tu dormi, stasera, cullata dalle lacrime delle nuvole. L’anno scorso, a quest’ora, quanta fretta di nascere! Ero ancora a danza, quel giovedì di febbraio, quando si ruppero le acque sotto il velo che non copriva il pancione…

anno scorso gravidanzae poi i dolori, la corsa a Careggi, lo stupore di chi nella mattina mi aveva detto che no, mi sbagliavo, non stavi per nascere e invece… invece la tua mamma sapeva più del dottore quanta fame di vita premesse da dentro (lo stesso dottore che nel giro di poche ore mi aveva pronosticato una probabile induzione del parto per il mese seguente e …dato i punti di sutura per la tua uscita frettolosa e prematura!), sentivo sempre più forte la tua voglia di venire al mondo e infatti danzando e tremando ti ho data alla luce nella notte, mentre il cielo preparava neve per le tue prime giornate fuori da me.

viola nella neve

Eri piccina piccina e le tutine taglia zero ti stavano grandi

Viola Nutini febbraio 2013 attenti crescerora ti alzi da sola e muovi i primi passi, dici “mamma”, “babbo”, “nanna”, “pappa”… e ti vanno corti i pigiamini taglia 12 mesi, i cuscini paracolpi del lettino ti servono per giocare a slegarne i nodi…

Viola 2014Le tue mani mi avevano catturato il cuore sin dai primi istanti

ricordi

febbraio 2013i tuoi occhioni spalancati sono sempre più belli, ogni giorno mi colmi di amore e un tuo sguardo cancella paure e arrabbiature…

23 gennaio 2014 al giardino di via Maraglianoma la prima volta che ho visto i tuoi occhi … non potrò mai scordare quell’emozione. Enorme.
Minuscola tu. Ti sei presa tutto e a tutto dai un senso nuovo.

8 febbraio mezzanotte in sala partoUn anno di te fuori di me e sembra ieri. E invece è passata una vita, la tua vita, che si è presa ogni spazio e (quasi) tutto il tempo.
Un anno che è volato in un soffio, anche se a volte pesante e durissimo…
un anno di contraddizioni, conflitti, paure, dubbi, gioie incredibili, fatica, notti bianche, latte, pianti, inciampi, risate, voglia di fuggire con te o da te, persino via da te, a volte…
un anno soltanto e non saprei più immaginare la mia vita senza te, anche se tante volte mi è successo di pensare di non farcela, di non farcela più, di non farcela più così…
un anno di amore
un anno da mamma
un anno, il primo anno della tua vita.

6 febbraio broncino

Buon compleanno, amore mio

solo per Viola

16 febbraio allattando Viola sul lettone

sì, davvero TUTTO il resto è un dettaglio…

16 Luna

A Viola canto “sei più bella di una stella, come te non c’è nessuna, sei più bella persino della Luna” e lei ride (e mi direte che non sono veri sorrisi ancora, solo riflessi involontari, ma… a me comunica gioia di essere amata senza fine). Prima le dicevo solo che era bella, bella, più bella di una stella… mia mamma “quando le dirai che è più bella della tua Luna… !”
E la Luna mi mancava. Stasera me la sono goduta. Piano piano (neanche tanto, Viola è nata da una settimana e un giorno appena), si prende un ritmo che riporta spazio per gli sguardi al cielo.
Ma veramente il tempo è trasfigurato, tre ore scarse di sonno bastano a recuperare quel tanto di forze che servono per darle tutto il latte e l’amore che chiede… intanto il Papa si è dimesso, un asteroide ha sfiorato la Terra e … in testa e nel cuore c’è solo il suo amore.

Sono una mamma, ora. Vivo per lei

Viola al seno

Viola ha già superato il peso alla nascita! Ieri l’ha pesata la pediatra: Kg 2.400 (alla nascita 2.340, poi il calo fisiologico).
Doveva arrivarci entro il 23 febbraio

Le premier jour de l’hiver

“La vedi nel cielo quell’alta pressione, la senti una strana stagione?
Ma a notte la nebbia ti dice di un fiato che il dio dell’inverno è arrivato”

(Francesco Guccini, Quello che non)

Firenze dalla finestra

Inizia l’inverno astronomico, anche se freddo e nebbia e spruzzate di neve già ci facevano sentire in inverno..
Inizia oggi l’ottavo mese aspettando Viola.

22.12 nebbia e candela

Non so l’angoscia di una pianura infinita, ma conosco il colore delle nuvole basse…

21.12 nuvole e Luna

Sono stata prossima a farmi polvere di angoli tetri… ora non trovo uno spigolo a pagarlo tra le curve che cancellano anni di fuga.
Mi sono fatta mare per un pesciolino che si sta facendo bambina e mi sento ormai anche nave per portarla al mondo là fuori, fuori da questo pancione.

Sei già a testa in giù, sai già la strada per venire al mondo, bimba mia, ti sento ancora muoverti vivace, ma non c’è più spazio per ariose evoluzioni e capriole, inizi a crescere più di quanto possa crescere il tuo mare… ti giri, ti stiri, oscilli e ti fai sentire…
Ora sei tutta mia, poi sarai al mondo.
Inizio a volerti riconoscere fuori da me, ma so che mi mancherà tanto questa pancia animata…

21.12 allo specchio

E inizio a prepararmi all’incontro. Come posso…
E ricevo con gioia i doni… oggi mamma mi ha regalato la camicia per il parto

21.12 camicia e camicina

e cosine tenere tenere per il primo giorno di Viola

21.12 cappellino camicino calzini