acqua

lingua fuori

acqua dal cielo, acqua sui capelli, acqua sui rami… e mentre fuori ancora piove e Viola dorme cullata dai tuoni e dagli scrosci d’acqua, ripenso all’acqua che nel battesimo l’ha fatta nascere a vita nuova. E mi emoziono di nuovo anche solo a rivederla nelle foto e nei frammenti di video che zio Giovanni ha trasferito in un dischetto per portarmeli ieri in dono, un altro regalo di luce.

1 accoglienza E di nuovo stasera, dopo ore di corse, salti, balli, strilli, pianti, risate, giochi e sfide a spostare i limiti… come Viola ha chiuso gli occhi sono tornata a riguardarmela anche nelle immagini di domenica scorsa. Vederla sognare mi riempie di gioia, rivederla nel suo giorno speciale mi commuove ancora
4 accoglienzae mi strappa più di un sorriso con le sue espressioni di piccola ribelle,

8 sguardi inarrestabile
18 Doudou in faccia a mamma tenera,

Battesimo di Viola 7 giugno 2015

incantevole e incantata…

consacrazione 7 giugno 2015

stanca emozionata affidata

campana dopo il battesimo 7 giugno 2015 …che nella tua vita tu sia sempre circondata d’amore come ora. Battesimo di Viola foto di gruppo
Piccola mia, ti amo

Dono di acqua e luce

Cede al nuovo il rito antico,
la realtà disperde l’ombra:
luce, non più tenebra

7 giugno 2015 Anna Viola e il cero

con la madrina accanto al cero

E così, dopo due anni e quasi quattro mesi da quando ti ho data alla luce, oggi, nella solennità del Corpus Domini, ma senza una cerimonia a parte, con il rito del Battesimo all’interno della Messa della domenica mattina, sei stata rivestita di nuova Luce, vita rinnovata, piccola Viola all’anagrafe sempre e solo Viola, da oggi, per la Chiesa, Viola Ida Gabriella, per darti i nomi della nonna paterna e della bisnonna materna andate in cielo come dici tu.

7 giugno 2015 Battesimo di ViolaDon Luigi stamattina aveva scritto un bel messaggio, approfondito poi nell’omelia, stasera lo riporto qui:

” Oggi la parola ai discepoli che dissero a Gesù:
«Dove vuoi che andiamo a preparare, perché tu possa mangiare la Pasqua?».
Oggi si medita sull’eucaristia, Dio con noi nel Corpo e Sangue, in quel frammento di pane che riceviamo in noi (se ancora lo riceviamo o è tempo che non lo facciamo…). Ma la parola che mi fa meditare è detta dai discepoli: dove vuoi che PREPARIAMO. Si nota come il miracolo eucaristico giunge al suo effetto pieno attraverso la PARTECIPAZIONE E COLLABORAZIONE mia, tua e di tutti i discepoli, che parlando a Dio chiedono: cosa possiamo fare per te, Signore, per PREPARARE il tuo ESSERE TRA NOI. La NUOVA ALLEANZA nasce perché c’è un modo nuovo di relazionare con Dio, in cui anche io sono protagonista della sua presenza viva.
COME FARLO? Ascolta Cristo, ricevi Cristo e poi, libero e fedele a Lui, usa cuore e coscienza.
Comunque vada ogni cosa sarà ben fatta.
Dio ti benedica e io ti abbraccio”

7 giugno 2015 Battesimo di Viola foto di gruppoViola è stata brava, niente corse su e giù per la chiesa oggi, curiosa per il pianto dell’altro catecumeno  “perché sta piangendo il bimbo?”…solo qualche ritrosia e l’ingresso irriverente… 
7 giugno 2015 Battesimo di Viola entrata con schiacciata
un po’ provata dal caldo che strema anche i grandi, incantevole nella sua vestina bianca simbolo del Dono ricevuto oggi.

7 giugno 2015 Anna con Viola e la vestina bianca

Ringrazio la madrina, Anna, amica preziosa; Lorenzo, il padrino che meriterebbe almeno una pagina a parte per il suo ruolo in tutta la storia; il mio sposo, Sandro, mio amore per la vita e babbo di Viola… grazie per tutto e soprattutto per Viola, il nostro amore fatto futuro, persona, vita nuova; Manu, affettuoso fratellone della battezzata; don Luigi, che trasmette gioia ogni volta che parla, richiamando alla libertà nella fede senza oppressione; ringrazio tutti i presenti, i presenti in chiesa e i presenti col cuore, lontani solo nello spazio; ringrazio chi non sapeva e che oggi, nel vedere le foto, ha espresso gioia e non “offesa” per l’assenza di inviti. Del resto, se abbiamo atteso tanto invece di farla battezzare neonata qualche ragione c’era… chi sa e capisce non si offende, chi non si offende pur senza sapere tutta la storia capisce col cuore. Grazie

dieci piccoli pensieri

Batik 1 elefanti

Dieci pezzi di stoffa colorata con la tecnica Batik.

Batik 3 danza
Dieci pensieri di bene in volo…

Batik 8 caccia
Dieci persone tra i tanti che vogliono bene alla mia bimba riceveranno qualcosa per ricordare un suo giorno speciale.

Batik 10 elefanti
Dieci gocce nel mare andranno a fin di bene, dove so che lavorano e pregano e si sporcano le maniche persone che vogliono dare una mano

Batik 5 donne

La missione in Tanzania è iniziata nel 1968 quando tre Missionari del Preziosissimo Sangue si sono recati in questa terra con un unico scopo: servire le popolazioni locali e aiutare i più bisognosi. Dopo i primi anni, spesi per entrare nel contesto locale, i Missionari hanno dato vita a numerosi progetti.

Tanzania400

In Tanzania gli Amici delle Missioni partecipano alle attività dei Missionari del Preziosissimo Sangue a partire dal 2002 ed in particolare sostengono le seguenti opere:

•Ospedale di Itigi – 350 posti letto e 250 addetti: medici, paramedici e infermieri
•Health Center di Chibumagwa – Pediatria e Ostetricia in una delle zone più povere della Tanzania
•Ostello per i poveri di Chibumagwa – 20 posti letto e vitto per i più bisognosi
•Villaggio dei lebbrosi di Sukamahela – accoglie in diverse case diverse famiglie di lebbrosi
•Water Project – il progetto che vede lo scavo dei pozzi per garantire l’acqua ad ogni villaggio della Tanzania
•Scuole dell’infanzia, primarie, secondarie e di specializzazione.
Corsi per infermieri. Workshop di falegnameria, meccanica, economia domestica ed informatica

Batik 4 donne

mentre Scipione regna e ci cuoce,

Viola al computer

i pensieri volano tra gli scuri e le tende, sognando tramonti africani e notti stellate…

Batik 6 donne

acqua e danze, fatica e gioia, bimbi e donne e sorrisi…

Batik 4 donne

alberi, rami, ombra, giraffe, elefanti…

Batik 7 giraffe e elefantiPensieri.
Pensieri sparsi, emozioni senza parole. Per ora, almeno.
Non è questo il momento di ricordare i motivi per cui mi ero allontanata dalla chiesa per anni. Sono tornata e voglio che anche Viola riceva il dono del Battesimo. Senza clamore, senza ricevimenti, giusto un pranzo insieme con madrina e padrino dopo la messa, la messa del Corpus Domini in cui sarà battezzato anche un altro bimbo, più piccolo di Viola, ma neanche lui neonato, una messa normale, con i nonni, il fratellone, il babbo e gli zii.  Festa nel cuore, emozioni e pensieri