battiti e respiri

26-agosto-2016-yoga-alle-cascine2

nel parco non lontano da casa, verso sera…

9-settembre-2016-i-miei-piedi-prima-di-yogadance

scalza, battiti del cuore accordati col respiro e con la musica. Le prime foglie ingiallite che cadono a terra sull’erba verde e profumata e fresca.
In tutto ci sono stata solo tre volte, scoperta tardi questa meravigliosa iniziativa. La prima volta c’era Ashtanga, poi ci sono andata a fine agosto (dopo la gita a Collodi) a godere del vento tra le foglie e dell’energia condivisa in una lezione più vicina al tipo di yoga che praticavo un tempo (Hatha…con finale esilarante e liberatorio)

26-agosto-2016-yoga-alle-cascine4

e stasera, con la voglia di ritrovare la gioia del movimento in libertà dopo una giornata faticosa. Bella, ma faticosa. Parecchio faticosa.
Dal 26 agosto non ero più tornata a fare yoga alle Cascine, ma oggi c’era “yoga dance” e dovevo davvero provare. Più dello yoga, prima dello yoga, amo la danza … ero davvero curiosa e sentivo il bisogno di stare fuori in libertà, senza correre, senza tener la guardia alta, senza la responsabilità della monella adorabile che comunque deve iniziare a staccarsi un pochino da me (o il 15 quando inizia l’asilo saranno dolori).
Scenografia da sogno (poveri scatti col cellulare, non mi ero portata dietro la macchina fotografica), 

9-settembre-2016-prima-di-yogadance

aria più fresca e pulita anche senza uscire dalla città, grazie agli alberi e …

9-settembre-2016-dopo-yogadance

la magia di tornare leggera leggera, rilassata e felice come quando ballavo e come quando facevo yoga spesso.

9-settembre-2016-yogdance

Ringrazio la dolcissima, giovane e bella insegnante che ci ha regalato la lezione di oggi, Fab de Florentia (Fabiana Finizio) e la sua storia.
fab-de-florentia

vigilia


7-settembre-2016-viola-e-le-bolle-di-sapone

Ultime giornate sempre insieme, con bolle di sapone e corse all’aria aperta…

7-settembre-2016-bolle-di-sapone-e-palco

la felicità nel vento che scompiglia i capelli e soffia al tuo posto e fa ballare le nuvole al tramonto,

7-settembre-2016-tramonto

increspa la carta colorata di viola e Luna di una rificolona quasi più grande della sua “padrona”…

7-settembre-2016-viola-dietro-la-rificolona

vestita come una principessa, monella dentro (da grande farà anche lei parte della banda dei pirulini, lo sento)

7-settembre-2016-viola-con-la-rificolona

con la passione del palco… salita senza partecipare alla sfilata delle rificolone in piazzetta, si divertiva più a ballare che a tenere il suo lampioncino.

7-settembre-2016-viola-sul-palco-con-la-rificolona

E alla fine a nanna senza aver capito di chi fosse la festa “ma di chi era il compleanno, mamma?” 7-settembre-2016-viola-sul-palco-con-la-rificolona4

Festa di fine estate, saluto ai giorni senza orari… la prossima settimana ricominciano le lezioni e anche per Viola inizierà l’asilo (chiamo all’antica la scuola dell’infanzia).
Vigilia di cambiamenti per tanti bambini.
E vigilia della natività di Maria per la tradizione. 

Ecco, era quasi il compleanno della mamma di Gesù

 

ritorno a Collodi

26 agosto 2016 gioco dell'oca al parco di Pinocchio4

26 agosto 2016 con Viola al parco di Pinocchio

e fuga nel Paese dei Balocchi. Dove le bugie hanno il naso lungo e si vedono subito.

26 agosto 2016 gioco dell'oca al parco di Pinocchio2

26 agosto 2016 gioco dell'oca al parco di Pinocchio

E s’impara presto che non pagano.

26 agosto 2016 gioco dell'oca al parco di Pinocchio5

Mentre l’incanto negli occhi innocenti resta la magia più bella.

26 agosto 2016 Sandro e Viola al parco di Pinocchio2
Ieri, per tornare bambini con la scusa di portare a divertirsi all’aria aperta la nostra piccola (era da settembre dell’anno scorso che Viola sognava di tornare al Parco di Pinocchio), ci siamo regalati un’ultima giornata di vacanza vera.

26 agosto 2016 gioco al parco di Pinocchio
26 agosto 2016 gioco al parco di Pinocchio2

26 agosto 2016 gioco al parco di Pinocchio3

Che non sia l’ultimo giro di giostra, ma solo una tappa…

WP_20160826_016

e si tornerà a far girare la ruota del gioco dell’oca, saltando un giro, tornando indietro o saltando avanti. Si cade, ci si graffia, ci si rialza e si riprova. Finché ci sarà respiro

26 agosto 2016 gioco dell'oca al parco di Pinocchio6

WP_20160826_017.jpg