Firenze mia (3)

Da dove mi sono sposata la prima volta…

(e dove sono tornata con chi ho sposato per la seconda volta senza esserci mai separati)

ai luoghi di momenti che tengo in cuore

per il bene che ne è venuto, come da certe ore di preghiera senza parole e troppe lacrime…

per il male che non si deve dimenticare

perché le vittime innocenti non siano scordate.

E poi tanti passi,

di ponte in ponte,

mentre il cielo inondava di luce il fiume

e mi sembrava davvero sabato. 

Oggi, Domenica di Pentecoste, in chiesa, non più chiusi in casa, ma “a casa”, a San Jacopino,

mentre in casa l’orchidea continua a fiorire

 

Firenze mia (2)

…quanto mi eri mancata!  E già penso alla prossima giratina, dopo questa della vigilia di Pentecoste.

Con sosta in Duomo,

dove la mattina era stata finalmente celebrata la messa crismale ‘sospesa’ per il covid (quella del giovedì santo mattina),

( e qualcuno a me molto caro non aveva potuto partecipare – per gravi motivi di salute – per la prima volta in vita sua…  )

a cercare pace

a trovare luce e perdono

GRAZIE

… e quindi uscimmo a rivedere le nuvole candide lassù

Firenze mia (1)


… quanto mi eri mancata!

Vivere a Firenze e non viverti… 

 

Mesi di distacco dal cuore della mia città. Ieri mi è bastato un sabato pomeriggio, con la bimba affidata al suo babbo, per tornare a respirare i luoghi del mio cuore. Vie e piazze che i piedi sanno a memoria, anche se gli occhi non ne hanno mai abbastanza.

Insolito ‘deserto’ – non il vuoto del vero lockdown, ma per essere un sabato pomeriggio di primavera… 

Ogni passo un battito del cuore ritrovato, anche grazie a un artista di strada improvvisato

a dare ritmo terrestre mentre la testa si perdeva…

perché a Firenze come alzi lo sguardo ti prende la sindrome di Stendhal

finestre

Di maggio è raro mi venga sollievo da altro che non sia il cielo al tramonto e dopo… ieri sera, dopo altro conforto alla smania volgare (riprovo a smettere di fumare dopo la ricaduta durante il lockdown, quando ho bruciato per puro autolesionismo due anni e due mesi di libertà dalla nicotina, brava bischera! Oggi sono al quarto giorno senza neanche un tiro, in teoria la dipendenza fisica dovrebbe essere vinta, ma la catena più pesante è nella mente), tornata a casa dopo la messa (l’altro conforto, insomma, sempre dal cielo viene), prima di preparar la cena, spettacolo che mi ha risollevata dal mucchietto di ansie e dubbi su cui mi appoggio troppo spesso e che non può far altro che tirarmi giù…

 

I colori del tramonto e il riaffacciarsi della Luna, sottile sottile e potente

calamita per lo sguardo e il cuore,

da riaprire e risollevare

come in un volo al volo.
GRAZIE

E a proposito di voli… stamattina, tra le 10.30 e le 11, mentre Viola faceva matematica in cucina, un volo diverso dal solito, non i nostri amici uccellini canterini, non le amate rondini… ma quel fumo colorato ha fatto sorridere emozionata la mia bimba, tanto triste da giorni per questi mesi senza scuola, senza amici, senza compagnia di coetanei…

grazie anche alle Frecce, via… sì, per Viola dico grazie anche alle Frecce tricolori su Firenze.

Luna dei fiori

7 maggio 2020 Luna1

Mentre a ovest sfumava il tramonto e nell’ora blu Venere brillava come una stella, dalla finestra a est l’incanto del sorgere della Luna piena di maggio, l’ultima ‘super Luna’ del 2020, vicina alla Terra e straordinariamente bella, grande allo sguardo, incantevole. Come le prime luci accese nelle case…

7 maggio 2020 Luna0

Per i nativi americani, e in particolare nella tribù degli Algonchini che abitavano gli attuali USA nord-orientali, la Luna piena di maggio è la Luna dei Fiori per l’abbondanza di fiori in questo mese. In altre tradizioni è invece la Luna del Latte o della Semina del Mais…

7 maggio 2020 Luna2

Per me vederla ancora più ‘grande’ (solo più vicina a noi, anche se non proprio al perigeo), in un cielo limpido dopo un paio di giornate velate di nuvole e un paio di mesi di lontananza da tutto… è un conforto super

7 maggio 2020 Luna5

GRAZIE

7 maggio 2020 Luna4

… scivola nel cielo sopra Firenze e veglia sui nostri sogni agitati

7 maggio 2020 Luna su Firenze