Respiro di cielo

Verde tenero di erba nuova e nuove foglie, luce di giugno, ardore di prima estate, arietta fresca di primavera scontrosa

Dio c’è e fiorisce sui rami 

e sulle rive del fiume 

e vola via e si confonde tra le foglie chiare come una farfalla bianca al sole… perché non si impone. Ci credi se vuoi.

Luna magnifica e magnetica

a catturarmi i sì lo voglio,

sì lo sento vero

che strascichi di ferite non guarite ostacolavano. 

Vivo in Te

Uno per Uno per Uno...

 

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Roberta
    Giu 17, 2019 @ 09:33:31

    splendido post! GRAZIE ! infinite , grazie! … non sei vicina fisicamente, ma le nostre anime sono incollate, – e questa luna gialla!! meravigliosa… grazie tesoro. veramente..

    non avevo mica capito stanotte, che avevi scritto… eh, hai ragione che bisogna aver cura di occhi e parole, ma era così fresca l’aria, e avevo dormito così tanto la mattina e il pomeriggio, anche se la stanchezza per i km con Matteo, … comunque, ora ti ho letta, ed è bellissimo quello che dici e scrivi..”perchè non si impone.. ci credi , se vuoi”,,, sì, lo voglio.. lo voglio davvero, è ovunque, nella restituzione di questo cielo azzurro e terso che ci fa far pace con le ferite, – che questa natura guarisce. E ci suggerisce di non avere paura mai, di non avere paura, più.
    Grazie bellissima pagina, che sorpresa !!!
    🙂

    Rispondi

    • bricioladinuvola
      Giu 17, 2019 @ 09:39:45

      tra le letture di ieri, festa della Santissima Trinità, c’era un passo dal Libro dei Proverbi, dove parla la Sapienza stessa:

      “… quando fissava le sorgenti dell’abisso,
      quando stabiliva al mare i suoi limiti,
      così che le acque non ne oltrepassassero i confini,
      quando disponeva le fondamenta della terra,
      io ero con lui come artefice
      ed ero la sua delizia ogni giorno:
      giocavo davanti a lui in ogni istante,
      giocavo sul globo terrestre,
      ponendo le mie delizie tra i figli dell’uomo”

      Il mare è lontano, il fiume è comunque acqua che scorre e lungo le rive dell’Arno calpesto chilometri e brutti ricordi, rinforzo muscoli e speranza. Nove chilometri. Offerti per gli oceani! (un’iniziativa dell’applicazione che uso per monitorare il ritmo e dello sponsor tecnico che donerà alle iniziative per ripulire i mari dalla plastica un dollaro per ogni chilometro corso nella settimana 8-16 giugno e siamo arrivati a nove milioni, compresa la mia gocciolina di 24 chilometri e spiccioli). Forza dentro e bellezza intorno. La Sapienza continua a porre delizie tra cielo e terra…

      In ogni sosta nel parco, tra un paio di chilometri di corsa e un incontro emozionante, mi sgorgavano dal cuore preghiere… in ogni angolo di verde e azzurro, di bianco e oro io sentivo il respiro di Dio

      GRAZIE

      Rispondi

  2. Roberta
    Giu 17, 2019 @ 23:47:03

    non te lo aspettavi, vero? sii profondamente orgogliosa di te stessa, nel senso più alto del termine, non per vanità, ma per contentezza per la tua anima.
    🙂

    dolce notte, sorella

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: