e pace in terra

Natività Giotto

“Il Natale di solito è una festa rumorosa: ci farebbe bene un po’ di silenzio per ascoltare la voce dell’Amore. Natale sei tu, quando decidi di nascere di nuovo ogni giorno e lasci entrare Dio nella tua anima. L’albero di Natale sei tu quando resisti vigoroso ai venti e alle difficoltà della vita. Gli addobbi di Natale sei tu quando le tue virtù sono i colori che adornano la tua vita. La campana di Natale sei tu quando chiami, congreghi e cerchi di unire. Sei anche luce di Natale quando illumini con la tua vita il cammino degli altri con la bontà, la pazienza, l’allegria e la generosità. Gli angeli di Natale sei tu quando canti al mondo un messaggio di pace di giustizia e di amore. La stella di Natale sei tu quando conduci qualcuno all’incontro con il Signore. Sei anche i re magi quando dai il meglio che hai senza tenere conto a chi lo dai. La musica di Natale sei tu quando conquisti l’armonia dentro di te. Il regalo di Natale sei tu quando sei un vero amico e fratello di tutti gli esseri umani. Gli auguri di Natale sei tu quando perdoni e ristabilisci la pace anche quando soffri. Il cenone di Natale sei tu quando sazi di pane e di speranza il povero che ti sta di fianco. Tu sei la notte di Natale quando umile e cosciente ricevi nel silenzio della notte il Salvatore del mondo senza rumori né grandi celebrazioni; tu sei sorriso di confidenza e tenerezza nella pace interiore di un Natale perenne che stabilisce il regno dentro di te. Un buon Natale a tutti coloro che assomigliano al Natale.”
Papa Francesco

24 candela per chi è in cielo… una candela accesa nel silenzio della vigilia, per chi non è più su questa terra. E per chi ne piange l’assenza. Con la speranza che ci guardi dal cielo.

24 lucine per il presepePresepe per la prima volta dopo tanti anni e oggi anche le lucine.
In attesa e in ascolto.

Prima mattinata di ferie per lo sposo e allora giratina insieme, con la nostra bimba.
Al forno, con Viola in passeggino, il nuovo fornaio, rumeno, occhi neri e sorriso contagioso:
“Piccolina, stanotte è Natale, che ti regalo? Puoi chiedere tutto quello che vuoi, ciaccia? Biscotti?”
Viola:
“PANE”

24 dal fornaio

Nel pomeriggio si è incantata con l’ Adeste fideles
(“ancora, ancora” …glielo ho dovuto far sentire almeno dieci volte di fila)

E poi il sonno, piccina… così da noi è nato prima della mezzanotte, per Viola che alzata non resisteva più, ma voleva vedere “Bimbo”

24 nato prima

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. adamsmith76
    Dic 25, 2014 @ 01:23:16

    Che dolce Viola ❤ Ma davvero Papa Francesco non ha parlato di economia? 😉 Vi auguro un sereno Natale CATE 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: