sorprese e sollievo

Stamani, prima che uscissi, il postino mi ha regalato un sospiro di sollievo: il dono di Andrea che si credeva smarrito era soltanto in ritardo. C’era anche il pacchettino da un’amica di tifo ancora mai incontrata di persona, una delicatezza che mi commuove… ma, come dire? Quel che si credeva perduto e invece finalmente arriva è un particolare sussulto del cuore. E non vale solo per la posta.

Il biglietto di chi conosce la storia dell’attesa di Viola dall’incontro in Curva Fiesole

e il ricamo fatto a mano dalla sua sposa

non potevano sparire.

Luana ci ha mandato molto più che un pezzettino…

tanta stoffa

e parole dolcissime. Grazie!

Mentre ero via, Rossana è passata a portarmi il suo dono:

parole commoventi,

tra i puffi che fanno la nanna

e il gufo che porta fortuna

… se sto sognando, nessuno mi svegli

aspettando Viola

et chaque meuble se souvient,
dans cette chambre sans berceau,
des éclats des vieilles tempêtes…

non la potrò più cantare con le lacrime in punta di ciglia…

ora la culla c’è

e metterla accanto al nostro lettone ci ha resi consapevoli di come cambieranno le nostre notti e i nostri prossimi mesi più che la pancia crescente.

Viola è piccina e timida, giovedì mattina non siamo riusciti a vedere il profilo della sua testolina, si è girata di spalle, si metteva le mani davanti al viso… in compenso ci ha regalato uno sbadiglio in diretta (“oh, a quest’ora mamma mi lascia dormire, in genere… che casino c’è stamattina?”). Cuore, cervello, reni, vescica, gambe, piedini scalcianti… tutto perfetto, a cominciare dalla colonna in bella mostra

Ancora una volta avevo affidato timori e speranze alla Luna… dal momento che avevo rifiutato ogni altro test diagnostico prenatale, l’ecografia morfologica era delicata e importante. E a veder la sua sorellina in anteprima è venuto anche Manu, che si è emozionato tanto e non ha trattenuto un grido di gioia e desiderio: “Non vedo l’ora che nasca!”

è troppo piccola, ancora, dovrà stare qui dentro almeno qualche mese, intanto ringrazio la Luna, che in queste sere si alza tardi e si lascia corteggiare da Giove sopra i tetti di Firenze.

A Viola piace stare a gambe incrociate, come per me è stato bello ricominciare yoga… e riabbracciare la maestra e le amiche.
A Viola piace fare capriole e muoversi quando ascolto musica, credo abbia gradito anche il mio ritorno al corso di danza del ventre: meravigliosa la danza della panza con la panza… prima della lezione la maestra mi ha donato il suo pezzo di stoffa per la copertina,

una stoffa danzante e un augurio magico…


Il mattino dopo è arrivata la scatola “pasticciona” della cara Nella

con il suo capolavoro di fantasia

e un biglietto commovente, con parole troppo buone nei miei confronti… parole che tengo per me, come la lettera di Corina che ha spedito la sua stoffa da Taranto

e ci ha mandato anche la prima bambola per la nostra piccolina.

Giorni senza un attimo di calma, overdose di emozioni, felicità e paure (meno che nei primi mesi, nuove, diverse, colorate di speranza, insieme).

Ci si meritava una serata fiorentina da coppietta innamorata… nella nostra splendida città

Tre donne intorno al cor…

no, non è un post dantesco.

Oggi, in altre circostanze, mi sarei sfinita sulla sentenza di terzo grado per la “macelleria messicana” (e qualcuno è ancora sottosegretario… ), ma non devo, non posso. Non è bene neanche che mi arrenda all’impunità e alla vergogna infinita, ma ora le mie energie vanno tutte alla piccina che domani vedrò meglio e cui dovrò pur trasmettere fiducia nella vita… come faccio a mettere al mondo un essere umano in un mondo così disumano? Come si è fatto per secoli e secoli, credo. Concentrandomi sulle luci e non sull’orrore, almeno adesso.

Oggi sono arrivati pensieri di stoffa e auguri colorati da tre donne speciali:

da Milano,

Marcella mi ha mandato una stoffa speciale…

Da Ferrara,

Angela…

che è sempre la splendida Donna delle mille e una strada …

E da Viviana

che è poesia fatta tifosa

… che Viola, da vera fiorentina, abbia cucito sul cuore quel Giglio di chi ama la nostra Viola, nel senso della Fiorentina

Grazie a tutte!

di dieci lune la quinta

Non so se tutti hanno capito, Ottobre la tua grande bellezza:
nei tini grassi come pance piene prepari mosto e ebbrezza,
prepari mosto e ebbrezza…

Lungo i miei monti, come uccelli tristi fuggono nubi pazze,
lungo i miei monti colorati in rame fumano nubi basse…
(Francesco Guccini, Canzone dei dodici mesi)


è iniziata la ventesima settimana, ormai siamo nel quinto mese lunare, a metà strada, credo, del nostro respirare insieme. I primi tre mesi (nonostante abbia scoperto la bella novità soltanto al secondo mese) sembravano infiniti, tra paure, perdite e insonnia. Ora, invece, il tempo ha ripreso a correre e non voglio perdermi e disperdermi troppo. Giovedì mattina ti rivedremo, piccina, con l’ecografia morfologica che pare sia molto impressionante, anche se dubito possa emozionarmi più che la prima volta che ho sentito battere il tuo cuore, il giorno che temevo di averti persa.
Mentre i giorni volano… cambiano anche i mesi del calendario e forse la stagione. Finalmente autunno?
Il tramonto è sempre un passaggio che mi strega, non so se incanterà anche Viola… me l’auguro 

A Viola piace Mozart: quando ascolto i concerti per violino sfarfalla beata…
A Viola piace quando mangio il gelato al cioccolato: colpetti di soddisfazione e piccole capriole.
A Viola sto passando la passione per la Viola: scalciava proprio, ieri sera, durante la partita!
Anche a Viola piacciono i temporali, la pioggia ci culla. Le potrebbero piacere anche le nuvole al tramonto, sì.

A Viola arrivano altri pensieri colorati, da Donna Virgì

un delicato sangallo rosa e auguri di forza (e se una donna è generosa, decisa e altruista, non deve temere di sembrare melensa in rosa).

Dagli amici vicini di casa, prima della partita, ancora rosa, un rosa più deciso, per il biglietto:

 e il dono ricamato a mano dalla sposa del mio primo compagno di avventure in Curva (lascio a Nicola la Fiesole e guardiamo lo stadio dal divano spesso affollato di ragazzi, figli e amici … proprio una curva domestica)

Grazie!

Prossimi Articoli più recenti